13 Giugno 2024
Share Button

LAUREA AD HONOREM PER VALENTINO ROSSIIl campione del mondo della Moto Gp ha ricevuto la laurea ad honorem in comunicazione all’Universit? di Urbino.

Tempo di lauree honoris causa. Dopo la rockstar Vasco Rossi, ? un altro Rossi a far parlare di s? per lo stesso motivo. Valentino, gi? soprannominato profeticamente dai suoi tifosi The Doctor, questa mattina ? stato insignito del diploma di laurea ad honorem in ?Comunicazione e pubblicit? per le organizzazioni? presso l’Universit? degli Studi di Urbino “Carlo Bo” dal Magnifico Rettore Prof. Giovanni Bogliolo, su proposta della
Facolt? di Sociologia presieduta dalla Prof. Lella Mazzoli..

L?importante riconoscimento dell?Ateneo – si legge in una nota – intende premiare le straordinarie capacit?
comunicative di Rossi, che oltre al fenomenale talento sportivo esprime simpatia, creativit? e una
capacit? innata di imporre la sua personalit? e la sua immagine e, come sottolinea la Facolt? di
Sociologia
nella motivazione della laurea, ?di creare eventi spettacolari nell?evento sportivo,
costruendo spazi di teatralizzazione capaci di muovere un?ondata comunicativa che valica le
frontiere dei media nazionali?.

“Valentino Rossi – prosegue il comunicato dell’Ateneo -rappresenta un modo moderno di intendere la comunicazione. Da una parte
incarna una figura mediatica che dosa capacit? umana e mito sportivo con un?abilit? alla
comunicazione capace di rispecchiare livelli culturali di pubblico diversi, dall?altra si propone
come elemento di valorizzazione dei brand legando il suo personaggio a marchi diversi e
riuscendo a valorizzarli in modo significativo.
A Urbino Valentino Rossi ? nato e, pur muovendosi fin da giovanissimo su una scena
mondiale, ha sempre mantenuto con la sua citt? un rapporto stretto e privilegiato”.

Il pilota di Tavullia ? stato accolto da una vera standing ovation, acclamato dagli studenti dell’Ateneo accorsi in massa per vederlo. E lui, emozionato, non ha lesinato qualche battuta: “Sono felicissimo per la laurea, ma ancora pi? felice sar? mia mamma: ormai aveva perso le speranze…”

Share Button