13 Giugno 2024

TRICOLORE SUPERMOTARD: VINCONO LAZZARINI E SEEL

Share Button

TRICOLORE SUPERMOTARD: VINCONO LAZZARINI E SEELIl campione italiano in carica Ivan Lazzarini su Husqvarna in classe Prestige e il belga ex iridato Eddy Seel su Suzuki nella Sport si sono aggiudicati la seconda prova del Campionato Italiano Supermotard sul circuito di Castelletto di Branduzzo.

Al contrario di quello che avevano fatto temere le previsioni, qualche raggio
di sole ? riuscito a penetrare il plumbeo cielo del mattino e regalare il giusto
clima ai numerosi intervenuti sugli spalti del Motodromo pavese di Castelletto
di Branduzzo
dove era in programma la seconda prova del Campionato Italiano
di Supermotard, manifestazione internazionale riservata agli specialisti della
derapata che in circa duecento hanno trascorso il week-end pasquale nel complesso
sportivo dell?Oltrep?.

Il pesarese della Husqvarna Ivan Lazzarini ? risultato ancora il migliore
della giornata aggiudicandosi, dopo la prova parmensi di met? marzo, le due
manche odierne della Prestige incrementando la sua posizione di leader
in classifica di campionato italiano. In classe Sport ? il belga Eddy
Seel (Suzuki)
ad aggiudicarsi la prova pavese grazie ad un terzo posto nella
prima manche e ad una bella vittoria nella ripresa, ma in testa al campionato
italiano ? ancora il bolognese del team HM Giletti Assomotor, Massimo Beltrami
(Honda), dopo una vittoria e un quinto posto a comandare davanti al felsino
del team TM Berloni, Fabio Balducci, e all?albense Attilio Pignotti (Ktm).

PRESTIGE GARA-1: Il clou della due giorni pavese inizia alle 15,00 con
l?avvio della prima manche riservata alla categoria Prestige, dove il pesarese
leader di campionato Ivan Lazzarini (Husqvarna) si porta subito al comando davanti
al modenese ufficiale TM Robert Baraccani, quindi l?imolese su WRM, Walter Bartolini,
Cristian Ravaglia (Suzuki), Cristian Medizza (Honda), Maurizio Lucarini (Aprilia),
Massimo Migliorati (Ktm). Niente da fare per gli inseguitori dell?imprendibile
dominatore Lazzarini che chiude in testa davanti al tedesco Hiemer
ed all’italiano Baraccani. Ravaglia mantiene il quarto posto
davanti a Medizza.

PRESTIGE GARA-2: Grandissima prestazione del nostro Ivan Lazzarini
(Husqvarna)
che condotto interamente i 14 giri della frazione finale Prestige
prima di aggiudicarsi meritatamente la seconda manche e l?assoluta di giornata
andando ad incrementare il suo vantaggio non solo nella graduatoria tricolore
ma addirittura su quella internazionale dove sono compresi anche i piloti stranieri.
Posizione d?onore nell?ordine della seconda manche ancora per il tedesco Bernd
Hiemer (Ktm)
grazie ad una buona partenza che gli ha permesso di mantenersi
nelle posizioni di testa. Terzo posto per il belga campione del mondo Gerald
Delepine (Husqvarna)
che chiude la gara davanti a Cristian Ravaglia (Suzuki),
Robert Baraccani (TM), Simone Girolami (TM), Walter Bartolini (WRM).

SPORT GARA-1: Il poliziotto bolognese Massimo Beltrami, in sella
alla HM Honda, ha preso subito il comando del gruppo della prima finale
Sport ma dietro il transalpino dell?Aprilia, Frederic Bolley, prima di compromettere
tutto con una scivolata, ? riuscito a conquistare la testa del gruppo per almeno
un giro, con Beltrami che si riporta nuovamente davanti a tutti restandoci sino
al 14? e ultimo giro quando il direttore di gara Franco Meniconi ne suggella
la vittoria sventolando la bandiera a scacchi. Al bellissimo dominio del felsino
del team Giletti Assomotor, ha fatto eco la seconda posizione del francese ex
iridato e ufficiale Aprilia, Thierry Van Den Bosch, che a sua
volta ha anticipato un altro ex di lustri importanti come il belga di Rigo Moto,
Eddy Seel (Suzuki), e ancora il francese Gerome Giraudo (Aprilia)
e il bolognese ufficiale TM Fabio Balducci.

SPORT GARA-2: Nessuna incertezza per l?ex campione del mondo di motocross
il francese Frederic Bolley (Aprilia) che azzecca subito la partenza
e si porta al comando restandovi per tutta la gara, sino al 14? giro quando
taglia il traguardo vittorioso davanti al belga Eddy Seel (Husqvarna) che
ha mantenuto costante la posizione per tutta la durata della gara. Confortante
posizione per il bresciano della Husqvarna Davide Gozzini che rientra
dopo l?infortunio del 2005 ottenendo subito un buon terzo posto davanti al transalpino
ex iridato dell?Aprilia, Jerome Giraudo.

Share Button