20 Luglio 2024

UNA CADUTA RALLENTA AUBERT NEL GP CAPOLAVORO DI ALBERGONI

Share Button

Nel primo dei due GP nel continente americano il francese del
Team UFO Yamaha Racing perde tre minuti e il podio per una caduta.
Mentre Albergoni è protagonista con un secondo e un terzo posto.

Hancock 23/07/07 – Johnny Aubert ce l’ha messa tutta per cercare di ricucire quello strappo creato in occasione del GP d’Italia e sul difficile terreno americano sembrava determinato a rimettere tutto in gioco nella sua classe E2. Il sabato era saldamente in seconda posizione, pronto ad attaccare, quando
una caduta nella prova di cross gli ha fatto perdere tre interminabili minuti. Oltre a procurargli un forte dolore alla mano destra, rimasta sotto il manubrio, l’inconveniente lo ha catapultato in sesta posizione, a 3 minuti e 25 secondi dalla vetta. Domenica è ancora una volta partito determinato a guadagnare punti per un obiettivo al quale non ha ancora rinunciato ma, nonostante l’impegno non è riuscito a portare la sua WR 450 F 2007 oltre la terza posizione. Un piazzamento di assoluta eccellenza, che tuttavia complica l’inseguimento quando restano ancora tre GP da correre e 150 punti da assegnare.

A portare il sorriso nel Team UFO Yamaha Racing ci ha pensato Simone Albergoni, che è risultato perfettamente a proprio agio sul tracciato pesante e fangoso di questa prova statunitense. Nella prima giornata ha commesso il solo errore di non credere da subito di poter puntare in alto, partito con un quinto
tempo nella prima prova speciale ha progressivamente preso il ritmo giusto ed è stato autore di uno splendido duello con Juha Salminen, al quale al termine della gara ha reso solo quattro secondi, una manciata di centimetri dopo oltre 47 minuti di prove speciali. Il copione si sarebbe probabilmente ripetuto anche la domenica se la catena caduta mentre era impegnato nell’insidiosa prova Extrema non lo avesse bloccato per oltre 30 secondi e obbligato a una furiosa rimonta, conclusa con un nuovo piazzamento sul podio della classe E1.

Nella stessa categoria Cristobal Guerrero e Maurizio Micheluz hanno seguito percorsi paralleli e hanno concluso entrambe le giornate nell’ordine, uno alle spalle dell’altro. Il sesto posto del sabato non rende giustizia al pilota spagnolo, che fino a metà gara era saldamente in corsa per il podio, avrebbe potuto anche mirare alla vittoria, ma una caduta nell’ultima prova in linea gli ha fatto perdere tempo e concentrazione. Domenica, invece, il quinto posto è stato determinato dalla caduta della catena nell’Extrema. Micheluz si è impegnato a fondo, ma ha dovuto accontentarsi di un sesto e un settimo posto sui quali pesano un paio di cadute nella prova Extrema, risultata veramente molto impegnativa. Un test al limite delle possibilità, al punto da spingere alcuni dei migliori piloti a chiedere alla Giuria di tagliare un giro, che è costato caro anche a Fabrizio Dini. Una caduta in questo tratto gli ha fatto perdere due posizioni nella classe E2 al termine del sabato, fermandolo in ottava posizione, piazzamento ottenuto anche nella seconda giornata.

23_07_07_aubert_c.jpg

Le classifiche

E1 – Sabato 1. Salminen (KTM); 2. Germain (Yamaha); 3. Albergoni (Team UFO Corse Yamaha Racing); 4. Oblucki (Husqvarna); 5. Guerrero (Team UFO Corse Yamaha Racing); 6. Micheluz (Team UFO Corse Yamaha Racing) – Domenica 1. Salminen (KTM); 2. Albergoni (Team UFO Corse Yamaha Racing); 3. Oblucki (Husqvarna); 4. Germain (Yamaha); 5. Belometti (KTM); 6. Guerrero (Team UFO Corse Yamaha Racing); 7. Micheluz (Team UFO Corse Yamaha Racing)

E2 – Sabato 1. Ahola (HM-Honda); 2. Merriman (Aprilia); 3. Planet (KTM); 4. Aro (KTM); 5. Lafferty (KTM); 6. Aubert (Team UFO Corse Yamaha Racing); 8. Dini (Team UFO Corse Yamaha Racing) – Domenica 1. Ahola (HM-Honda); 2. Aro (KTM); 3. Aubert (Team UFO Corse Yamaha Racing); 4. Salonen (Husaberg); 5. Planet (KTM); 8. Dini (Team UFO Corse Yamaha Racing)


In Campionato

E1 – 1. Salminen punti 250; 2. Albergoni (Team UFO Corse Yamaha Racing) 182; 3. Germain 175; 4. Guerrero (Team UFO Corse Yamaha Racing) 170; 5. Belometti 167; 7. Micheluz (Team UFO Corse Yamaha Racing) 128.

E2 – 1. Ahola punti 233; 2. Aro 207; 3. Aubert (Team UFO Corse Yamaha Racing) 187; 4. Planet 162; 5. Merriman 158; 7. Dini (Team UFO Corse Yamaha Racing) 108.

Fonte: UFO Corse Yamaha

Share Button